Stoccolma: la perla del Baltico

Stoccolma viene anche denominata la Venezia svedese per la sua posizione. Sorge su 14 isole collegate da 57 ponti, lungo le insenature del Mar Baltico alla confluenza con il lago Malar. Pur essendo la città più grande di tutta la Scandinavia, sotto certi aspetti, Stoccolma ha un che di provinciale, grazie anche alle zone verdi che si trovano praticamente ovunque.

Una suggestiva Città Vecchia, parchi, canali, design e architettura sono i segni distintivi di Stoccolma, città dalla forte indole marittima e dalle atmosfere internazionali. Prendere i battelli per andare da punto all’altro della città sarà una delle cose che farete assolutamente a Stoccolma.

Stoccolma a noi è piaciuta molto. Era nei nostri “desideri di fuga” dall’Italia da tempo. L’abbiamo visitata dopo aver visto Amsterdam e Copenaghen.

La capitale svedese è una bella città, pulitissima e ordinata, molto ben organizzata, con trasporti pubblici efficienti e molti punti di interesse. Gli svedesi amano spostarsi in bicicletta e con i monopattini elettrici (attenzione a dove camminate). Comunicare a Stoccolma è relativamente semplice perché tutti parlano molto bene l’inglese. I prezzi per noi italiani sono piuttosto cari. Inoltre la Svezia, nonostante sia membro della Comunità Europea, ha mantenuto la propria moneta (Corona Svedese). Per noi non è stato un problema in quanto si usa per tutto e ovunque la moneta digitale. E quando vi dico tutto, intendo anche l’accesso alla toilette pubblica.

Argomento cibo: ho fatto la cura di Meatballs!

Meteo

Noi l’abbiamo visitata nel mese di giugno, durante il quale le ore di luce sono circa 18 e consentono di stare all’aria aperta fino a tardi, senza neanche accorgersi del tempo che passa. Non fatevi cogliere impreparati e scegliete un abbigliamento a strati: i gelidi venti del Mar Baltico e il tempo sempre variabile potrebbero riservare spiacevoli sorprese. Noi abbiamo preso parecchia pioggia, a volte anche improvvisa. Con il sole si stava benissimo anche solo con la maglia a mezze maniche, ma in zone d’ombra non bastava la felpa.

CONSIGLI PER I MESI ESTIVI

Organizzatevi con l’abbigliamento a cipolla, portatevi uno spolverino per l’acqua e un giubbino di pelle leggero (o similare) per proteggervi dall’aria.

Il viaggio, come sempre, l’ho organizzato da me: i voli da Bergamo con Ryanair le prenotazioni tramite Booking, la guida la Lonely Planet versione Pocket.

Per motivi di lavoro ho preferito partire venerdì sera, in modo da avere tutto il sabato a disposizione per visitare la città! Alla fine abbiamo dedicato a Stoccolma 3 giorni e mezzo. Secondo me 2 giorni/2 giorni e mezzo sono più che sufficienti.

Venerdì 9 giugno 2017

Volo Ryanair perfetto. Partenza da Bergamo alle 20.50 arrivo a Stoccolma alle 23.30. Considerato l’orario, per la prima notte ho scelto il Connect Hotel Skavsta Airport, che si trova di fronte all’aeroporto e raggiungibile a piedi. Il costo si € 113,00 per la camera Business con colazione inclusa è un po’ eccessivo. Stanza carina, ma semplicissima. Hall molto bella e ampia, con possibilità di bere qualcosa al bar dell’albergo nella zona relax. Colazione buona. E’ un hotel moderno, comodissimo per chi come noi arriva con il volo la sera tardi e perfetto per prendere il bus per il centro la mattina successiva.

Sabato 10 giugno 2017

Ci siamo svegliati presto e dopo aver fatto la colazione in albergo abbiamo preso il bus Flygbussarna (biglietto preso on line). E’ partito come da programma e dopo 1 ora e mezza di viaggio, siamo scesi alla Stockholm City station. Qui abbiamo preso la metro (€ 4,41 a testa) e siamo scesi a Slussen.

Faccio una breve parentesi sul nostro particolare alloggio, il M/S Birger Jarl Hostel & Hotel. Si tratta di una nave ancorata tra il Fotografiska e la fermata Slussen, dove abbiamo dormito per tre notti, spendendo € 329 con colazione inclusa. Non ho resistito al fascino di alloggiare in un floating hotel del 1951, ancorato sull’isola di Södermalm di Stoccolma! Per noi è stato bellissimo svegliarci e guardare la città dal mare, fare colazione la mattina guardando Gamla Stan e la sera bere una birra nel salotto della nave! Un alloggio dal fascino unico e particolarissimo, ma essenziale. Lo consiglio infatti a chi previlegia l’originalità di una sistemazione unica al comfort. Io non ho dubbi a riguardo preferisco sistemazioni tipiche: ad Amsterdam in houseboat, in Marocco nei Riad, a SaPa-Vietnam in una “palafitta” sulle risaie all’interno di una Homestay, a Natchez lungo il Mississippi in una classica casa coloniale, a Matera in grotta…

Ho scelto la cabina superior matrimoniale (con bagno privato), la stanza era ampia e luminosa, lo staff gentile e presente. Se soggiornate sabato e domenica c’è la possibilità di fare l’escursione proprio con quella “nave” lungo i canali attorno a Stoccolma (gratuita ma da prenotare). Naturalmente chi non vi partecipa non ha a disposizione l’alloggio per 2/3 ore!

A Stortorget (piazza di Gamla Stan) inizia il nostro fine settimana “svedese”.

Stortorget è una piccola piazza situata nel cuore di Stoccolma, su cui si affacciano splendidi palazzi del XVII secolo dalle vivaci tinte. Queste case colorate che sembrano uscite da un libro di fiabe ospitano edifici importanti come la Borsa di Stoccolma, il Museo Nobel e l’Accademia. La forma allungata, i colori sgargianti e la loro architettura nordica, rendono questa piazza un’icona della città.

Ci siamo poi diretti al Palazzo Reale per il cambio della guardia (da lunedì a sabato alle 12.15 e domenica alle 13.15): bello ed emozionante, sicuramente da vedere anche se la parata dura circa 45 minuti. Terminata l’esibizione, abbiamo fatto un giro intorno al Palazzo Reale, per poi andare a vedere la Cattedrale Storkyrkan (ingresso circa € 6 a testa, a dir poco esagerato).

Abbiamo fatto una breve pausa pranzo in zona Hotorget e poi siamo andati verso lo Skansen, passando lungo la bella zona del porto e davanti al Museo degli Abba.

Lo Skansen (ingresso per due persone € 37) a noi è piaciuto molto: un interessante museo di storia vivente, che mostra gli usi e costumi svedesi prima dell’era industriale, una fedele riproduzione di un antico villaggio, distribuito su una superficie di 300.000 metri quadrati. Per rientrare verso “casa” abbiamo optato per il traghetto fino alla fermata Slussen.

Prima di cena abbiamo visitato SoFo. Si tratta del quartiere di South of Folkungagatan di Stoccolma sull’ isola di Södermalm, è un po’ il corrispettivo del quartiere di Soho a Londra. SoFo è un quartiere dall’ atmosfera giovane e scanzonata, ma anche artistica e un pò intellettuale: boutique dal gusto retrò, negozi di artigianato, gallerie d’arte, atelier e negozietti eccentrici. Fino agli anni Cinquanta era la periferia operaia, oggi SoFo è il cuore bohémien di Stoccolma abitato e frequentato da artisti, scrittori e gente del cinema. 

Per cena abbiamo scelto il Kvarnen, dove abbiamo iniziato la “cura” di meatballs. Questo locale è un’antica birreria dove abbiamo mangiato molto bene, spendendo € 57,50 per due piatti di meatballs e tre birre. Il piatto era accompagnato da delizioso purè e mirtilli. Il servizio è ottimo. Terminata la cena, ci siamo fatti due passi prima di rientrare in nave.

Domenica 11 giugno 2017

Dopo la colazione ci siamo diretti verso Gamla Stan dove abbiamo abbiamo percorso la via più stretta di Stoccolma: Mårten Trotzigs gränd. Si sviluppa lungo una scalinata di 36 gradini e misura solo 90 cm.

Verso le 13 siamo tornati in barca per il tour gratuito sul nostro “alloggio”. E’ stato molto carino e rilassante con tanto di aperitivo durante la navigazione. Il meteo è stato dalla nostra parte, concedendoci di stare sul ponte esterno per tutta l’escursione.

Terminato il tour siamo andati a pranzo al Greasy Spoon. Il locale è carino, i ragazzi gentilissimi, il cibo molto buono, con delle belle varianti. Direi un po’ costoso: abbiamo preso un pink rosti e un huevos rancheros, due birre e due caffè per € 56,50.

Dopo pranzo abbiamo proseguito la gita alla scoperta di Stoccolma, in direzione Sergels torg.

Per cena abbiamo scelto il Stockholm Gastabud, resistendo per 40 minuti di coda. Ne è valsa la pena! Abbiamo speso poco più di € 60 per un piatto di meatballs, gnocchetti con salmone e tre birre. Cibo divino, locale piccolo con tavoli abbastanza vicini. Mi sento di consigliarlo fortemente.

Lunedì 12 giugno 2017

Dopo aver fatto abbondante colazione ci siamo diretti, sempre a piedi, verso Stadshuset (il Municipio di Stoccolma). L’edificio è splendido con i suoi sgargianti mattoni rossi. Volevamo salire, ma l’attesa di più di un’ora ci ha fatto desistere. Ci siamo accontentati di fare un giro intorno e ci siamo diretti verso il Riksdagshuset (Parlamento), dove siamo entrati mentre erano “aperti i lavori” e stavano discutendo su…non ho ben capito cosa.

Da lì siamo andati al Moderna Museet, nel meraviglioso scenario naturale di Skeppsholmen. L’incantevole isoletta di Skeppsholmen, situata tra Gamla Stan, la città vecchia, e l’isola di Djurgården, è collegata alla terraferma dal Skeppsholm Bridge, percorrerlo renderà la vostra visita al museo ancora più suggestiva.

Per pranzo siamo andati da Kajsas Fisk. Si trova nel piano -1 del mercato coperto di Hotorget. Abbiamo mangiato bene (vi consiglio la squisita zuppa di pesce) e speso veramente poco per essere a Stoccolma (circa € 35). Non fatevi scoraggiare dalla coda, sono velocissimi!

Rifocillati, allo Strömkajen abbiamo preso la gita con Stromma, il tour in barca sotto i ponti (€ 54 in due). Il tour è molto bello e completamente diverso da quello del giorno precedente in nave, perché si transita lungo canali più piccoli e centrali.

Appena scesi appena, ha iniziato letteralmente a diluviare! Fradici, siamo rientrati in nave a cambiarci e riscaldarci. Terminato il temporale e la pioggia, ci siamo concessi un aperitivo con vista spettacolare da Eriks Gondolen, un ristorante/bar con una terrazza all’11° piano di un palazzo sopra lo Slussen.

Sopra al bar c’è una “passerella” sospesa da cui si gode di una vista mozzafiato…

andateci!!!

Dopo l’aperitivo, per continuare la mia dieta di polpette, abbiamo deciso di andare a consumare l’ultima cena da Meatballs for the people. Due piatti di polpette squisite, servizio veloce, cibo buono, 3 birre, spesa in due € 54,76.

Martedì 13 giugno 2017

Martedì è stata una giornata estremamente piovosa e di conseguenza abbiamo adattato il nostro planning: colazione abbondante, un po’ di relax in nave, visita a Fotografiska e Tour delle stazioni della metropolitana decorate.

La metropolitana o Tunnelbana è una delle cose da vedere a Stoccolma. Al costo di una corsa, potete ammirare le numerose installazioni artistiche presenti nelle stazioni della metropolitana di Stoccolma, potrete davvero fare un giro tra statue, mosaici ed affreschi. Qui i colori e gli stili si mischiano creando un vero e proprio museo, un itinerario da percorrere alla ricerca della propria stazione preferita. La Tunnelbana è considerata da numerosi esperti la galleria d’arte più lunga del mondo, grazie ai suoi 110 chilometri di lunghezza.

Ogni martedì, giovedì e sabato, da giugno fino ad agosto è possibile partecipare ad un tour gratuito (Art Walk) che racconta e fa conoscere questo lato insolito della città. L’unica cosa di cui si ha bisogno è un biglietto della metro. Non è necessario prenotare, basta farsi trovare prima delle 3 del pomeriggio alla fermata T-Centralen. Dura circa 1 ora. Comunque sul loro sito trovate tutte le informazioni. Noi ce la siamo girata da soli perché poi avevamo il volo verso casa.

Pubblicato da seca75

Un viaggio inizia molti mesi prima di partire, esattamente quando, tra le varie opzioni, mi convinco che QUELLA sarà la mia prossima meta e me ne innamoro così intensamente da ritenere che sarà la più bella. Difficilmente un viaggio mi delude, quasi sempre invece mi fa provare emozioni inaspettate! Il più bel viaggio, è quello che non è stato ancora fatto. Loick Peyron

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: